Come fare Testamento – IL Testamento Olografo.

Fare Testamento non è difficile e non ha neppure particolari costi.

È sempre preferibile rivolgersi ad un legale per evitare che successivamente il testamento venga impugnato da qualche erede non soddisfatto o soggetti esclusi.
In Italia i tipi di testamento usuali sono due: il testamento olografo e il testamento redatto da notaio.

Innanzitutto è necessario considerare perché fare testamento: nella maggior parte dei casi la previsione di legge non rispecchia la reale volontà della persona che lascia i propri beni perché magari non vuole lasciare che l’eredità sia divisa in parti uguali o perché vuole privilegiare il coniuge o aiutare un figlio in particolari difficoltà economiche e mille altri motivi.
Inoltre disposizioni chiare faranno fa sì che gli eredi evitino litigi: un testamento corretto agevola la prosecuzione dell’attività aziendale e favorisce il benessere di tutti gli eredi, figli e coniuge.

Qui tratteremo del testamento olografo, in quanto per il testamento redatto da notaio ci si rivolgerà, evidentemente, al notaio.
Il testamento olografo è quello scritto a mano dal testatore, cioè dalla persona che fa testamento.
Deve essere scritto di proprio pugno, non si possono utilizzare computer o macchine da scrivere.

Si devono indicare le proprie generalità, le disposizioni testamentarie in modo chiaro e il documento deve indicare il luogo in cui è redatto, la data e deve assolutamente essere firmato, altrimenti non vale nulla.

È vietatissimo, in quanto nullo, il testamento congiunto. Capita a volte che i coniugi facciano testamento insieme: ecco, questo è un testamento che non è valido, è nullo ed è come se non esistesse. In tal caso devono essere redatti due atti distinti: ogni coniuge deve dettare le disposizioni per la parte propria del patrimonio.

Sarà opportuno farsi assistere da un professionista per distinguere, anche in relazione a comunione o separazione dei beni e conti correnti cointestati quali siano i beni di un coniuge e quale i beni dell’altro.

Perché scegliere noi?

Contattateci allo 02/99043737. Siamo a Paderno Dugnano (MI), in via Giuseppe Pogliani n.20.

Oppure vistate la nostra Pagina Contatti.

Come conservare il testamento.

Sarebbe opportuno che il testamento fosse conservato da un professionista. Attenzione a lasciare il testamento in casa o ad un erede che potrebbe essere scontento: rinvenendo il documento chi si ritiene danneggiato potrebbe facilmente distruggerlo. Per questo motivo lo studio garantisce anche la conservazione del testamento oltre che l’aiuto nel redigerlo e in particolare: prima è necessario valutare la consistenza del patrimonio del testatore anche alla luce di quanto sopra esposto, successivamente si procede alla redazione delle singole clausole testamentarie in modo chiaro e non contraddittorio e conformemente alla volontà di chi fa testamento. Da ultimo il testatore redige di proprio pugno il documento in più originali. Uno degli originali può essere lasciato in deposito presso lo studio legale, il quale provvederà alla pubblicazione del documento si spera il più tardi possibile.

Perché scegliere noi?

Contattateci allo 02/99043737. Siamo a Paderno Dugnano (MI), in via Giuseppe Pogliani n.20.

Oppure vistate la nostra Pagina Contatti.